0 Share Share Tweet Share
Poker Room » Scommesse online » Sistemi con handicap su ippica e scommesse ai cavalli
Scommesse online

Sistemi con handicap su ippica e scommesse ai cavalli

Giu 11 scritto da Nicola Pokerjump

Sistemi con handicap su ippicaL’handicap è un sistema di penalizzazione che mira a dare una possibilità a tutti i cavalli partecipanti. Principalmente presente nelle corse in piano dove si fa con un peso, esiste anche sotto altre forme: indietreggiamento, corda, etc.

A cosa servono gli handicap nell’ippica?

L’handicap permette di avere una corsa il più alla pari possibile dando ai migliori cavalli un peso supplementare da portare. In breve, l’handicap riequilibra le probabilità di vittoria di ogni cavallo.

Senza questo sistema, le corse ippiche sarebbero quasi giocate in anticipo e gli scommettitori avrebbero poco interesse. Per maggiori informazioni leggi come scegliere il miglior sito di scommesse ai cavalli che contiene preziosi consigli e guide su come giocare ippica online.

Le diverse forme di handicap

1. Il peso nelle corse in piano e a ostacoli

Nelle corse in piano (galoppo senza ostacoli) e ad ostacoli, l’handicap viene creato con il peso. Viene stabilito dagli “handicappers” dell’ippodromo per ogni corsa. Questo tiene in considerazione i risultati precedenti dei cavalli, i dati delle ultime scommesse sportive online raccolti dai principali bookmakers nazionali, l’esperienza dei loro fantini, la loro età, il sesso, etc.

Lo sapevate? Sul piano, il peso medio di un fantino specializzato nelle corse di piano è di 52 kg, quello delle corse ad ostacoli di 61 kg.

L’identità degli handicappers è essenziale nelle corse ad ostacoli: le istruzioni che regolano l’aggiunta di peso (tra i 50 e i 62 kg) lasciano in effetti un grande margine di manovra in modo che l’handicap dipenda dal volere dell’handicapper.

2. L’arretramento nel trotto

Nel trotto, l’handicap prende la forma di un allungamento della distanza da percorrere. I migliori cavalli devono fare 25, 50, a volte 75 metri supplementari. Per questo, sono divisi in numerose file.

3. La corda : un handicap non nominato

In tutte le discipline, la posizione del cavallo alla partenza influisce sulla distanza che deve percorrere nelle curve: quelli che sono <<alla corda>> (ovvero posizionati all’interno della pista, infatti la corda delimita l’interno della pista) sono avvantaggiati rispetto a quelli che sono all’esterno.

Ufficialmente, la corda non fa parte degli handicaps perché i numeri dei corridoi non sono determinati in funzione dei palmares dei cavalli, ma per estrazione a sorte. Tuttavia, come il peso e l’arretramento, la corda contribuisce a rendere il risultato della corsa più casuale.

Quando si dice che la corda è a destra, questo significa che il senso dell’ippodromo è quello delle lancette dell’orologio. Certi ippodromi hanno una corda a sinistra (sappiate che queste cose possono destabilizzare un cavallo abituato a concorrere con una corda a destra).

Per approfondire la tua conoscenza sull’ippica e garantirti un livello avanzato di gioco leggi:

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)